Pane fatto in casa

Con grande entusiasmo ho iniziato un corso di cucina naturista , ho sempre amato cucinare e sperimentare nuovi prodotti, ma mai come ora ho capito l'importanza della qualità del cibo. Cibo sano per un corpo sano, grande verità!
Con grandi pregiudizi ho sempre pensato che la cucina naturale e quella vegetariana fossero"noiose" e monotone. Quanto mi sbagliavo, utilizzando prevalentemente le verdure e tanta fantasia si preparano piatti colorattisimi che appagano vista e gusto!

Intanto condivido con voi un esperienza unica: il PANE



Iniziamo subito con lo sfatare il mito che ci vuoglia un sacco di tempo per preparare il pane fatto in casa, leggete la ricetta e ve ne accorgerete!
Inoltre vi consiglio l'impasto del pane come cura allo stress....provare per credere....

Ricetta

3 tazze di farina bianca
1 tazza di farina di cereali
2 tazze di acqua di bottiglia tiepida
20gr. di lievito madre ( pasta madre)
10 gr. di sale



Se siete tanto fortunate da avere il mulino domestico, macinate i cereali freschi per ottenere la farina, il profumo che ne esce è inebriante per me. I cereali scelti possono essere i più svariati a seconda del gusto e del nutrimento. Possiamo usare il mais, la segale, il miglio, il riso ( attenzione rimane un poco colloso va lavorato più a lungo ma il risultato è super soffice) ecc....sbizzarritevi.Consiglio se è la prima volta che fate il pane sconsiglio di usare la farina di riso...fate pratica con tutte le altre per imparare la consistenza giusta, solo allora provate con il riso che a mio parere è più impegnativo nella lavorazione.


In una bacinella uniamo farina bianca, farina di cereali e lievito e piano piano aggiungiamo l'acqua impastando, (miraccomando usate l'acqua naturale di bottiglia, non vorrete di certo un pane al calcare..) fino a formare una palla omogenea. a questo punto con forza impastare la palla ripiegandola su se stessa per almeno 15 minuti ( circa 300 volte ripiegata su se stessa).
coprire con un canovaccio umido e lasciar lievitare per un ora.
Dopo un'ora aggiungiamo il sale. ( meglio se usiamo il sale grosso e lo rendiamo fine magari con l'utilizzo di un suribachi o un mortaio) Il sale viene aggiunto dopo un' ora e non subito per non fermare la lievitazione.
Impastare per 5 minuti e poi ricoprire nuovamente e lasciar lievitare dalle 3 alle 6 ore.
N.B. il meteo è molto importante e influisce sulla lievitazione. Ex. se piove ed è umido /freddo ci metterà tutte le 6 ore a livitare, se è caldo e secco 3/4 ore saranno sufficienti.
se vogliamo aggiungere, frutta secca, spezie , semi vari , olive, noci ecc...le aggiungiamo solo a fine lievitazione, impastando ancora per 10 minuti e poi infornare.
Una volta pronto, posso usare vari stampi x pane a cassetta o fare panini rotondi, stendere la pasta x foccaccia o pizza ecc..
Per i panini o pane in cassetta, infornare a 200° x 10 ' poi abbassare a 180 per altri 45'
se il forno è ventilato mettere una tazzina di acqua sulla base del forno.







Commenti

Lamia ha detto…
Io ADORO il pane fatto in casa, ogni settimana lo faccio con il lievito a pasta madre, di segale, farro ed avena.

Ma nell'impasto aggiungo anche un cucchiaio di miele (ora che sono vegana sostituirò con il malto).

Non sapevo la storia del sale da aggiungere alla fine!
Utilissima :)

Un abbraccio
faby ha detto…
non avevo mai sentito parlare del miele nel pane..ma c'è una ragione particolare x l'aggiunta di qto ingrediente? non rende la pasta dolce?

Post più popolari