In God we trust

Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene -Romani 12:21

giovedì 25 giugno 2009

cornetti so-ham


Il nome è dedicato al mio centro di pratiche yoga essendo questo un piatto che mangio spesso dopo la mia lezione settimanale di Yoga. E' gustosissimo e molto leggero. Si accompagna bene con del pane o del riso. Anche con un cous cous caldo è delizioso.
Va bene per il periodo estivo e con una spolverata di cocco alla fine diventa perfetto anche per Pitta e rende il piatto assolutamente Tridoshico.
P.S. Aneddoto divertente, essendo una comasca DOC io i fagiolini li ho sempre chiamati cornetti, finchè non ho ordinato un piatto di linguine al pesto a Lerici, chiedendo se erano preparate con patate e cornetti...vi lascio immaginare la faccia attonita del cameriere che mi chiede cosa fossero mai questi cornetti.....
Ingredienti
500 gr. cornetti freschi( fagiolini x chi vive fuori la Lombardia o il comasco...non saprei)
2 cucchiai di olio di girasole
1/2 cucchiaino di semi di senape
1/2 cucchiaino di curcuma
1/8 di assafetida
3/4 di cucchiaino di sale marino
1 tazza d'acqua
1 cucchiaio di semi di coriandolo
1 cucchiaio di semi di cumino
5-6 grani di pepe nero interi
1 cucchiaino di malto di riso
1 cucchiaino di curry ( io preferisco quello dolce)
1 peperone verde piccante( no x Pitta)
Lavare ed asciugare i cornetti, tagliarli in pezzetti lunghi 3-4 cm in modo che assorbano meglio il sapore.
Preparare il vagar: Scaldare l'olio aggiungere i semi di senape, quando scoppiettano aggiungere curcuma, assafetida fagiolini e sale. Mescolare e far saltare x qualche minuto, quindi aggiungere solo 1/2 tazza d' acqua coprire e cuocere a fuoco medio x 15-20 minuti circa, o fino a quando i cornetti saranno teneri. Miraccomando di cuocerli molto bene x i tipi Vata.
Intanto in un'altra pentola scaldare 1 cucchiaino di olio aggiungere i semi di cuimno e di coriandolo e i grani di pepe.Soffriggete per 1 minuto, attenti a non brucuare le spezie. Se le bruciate buttate e ripartite da capo.
Lasciamo raffreddare e poi inserite il composto in un frullatore e frullate . aggiungete l'acqua rimasta e il peperone verde . frullate.Unire qto composto e gli ingredienti rimasti ai cornetti e cuocere ancora qualche minuto.
Servite!

carote dolci


Le carote ormai sono verdure che usiamo tutto l'anno, io non le amo particolarmente e oltre a un misero utilizzo per il soffritto le ho sempre "snobbate".

Devo ammettere che nonostante ciò mi sono innamorata di questa ricetta e finalmente faccio anche io un bel carico di beta carotene...
Si accompagna benissimo con del riso basmati .
Ingredienti
4 tazze di carote tagliate a fette( circa 4 carote medie)
1 cucchiaio di olio di girasole
1/2 cucchiaino di semi di senape
1/2 cucchiaino di curcuma
1/8 di cucchiaino di assafetida
1/2 cucchiaino di sale marino
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1/4 di peperone verde piccante tritato fine ( tralasciare per Pitta)
3 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di sciroppo d'acero
Tagliate le carote a rondelle, Scaldate in un tegame l'olio e aggiungete i semi di senape , scaldare finoa quando scoppiettano, aggiungere subito tutte le spezie partendo dalla curcuma e assafetida,aggiungete le carote ed il sale.far saltare le carote per 5 minuti a fuoco medio mescolando. Aggiungere l'acqua lo sciroppo d'acero e coprire.abbassare il fuoco e cuocere fino a quando le carote non saranno tenere.

martedì 23 giugno 2009

CURRY CON TOFU

Da qualche tempo sto approfondendo i miei studi sull Ayurveda, scienza che mi ha sempre incuriosita e come molti sapranno la base della filosofia ayurvedica è l'alimentazione sana e in linea con i propri Dosha.
La cucina Ayurvedica si rifà naturalmente alla cucina indiana, la caratteristica è l'utilizzo delle spezie non solo come alimento ma come vera medicina. Le spezie vengono aggiunte ai piatti per compensare squilibri di gusto che altrimenti influenzerebbero negativamente i dosha e renderebbero il piatto poco digeribile da alcune persone.
L'utilizzo delle spezie è una vera alchimia.
I piatti tipici sono i Curry, qui ne presento uno dei tanti.
Questa ricetta è favolosa anche se non sono riuscita a fare una foto, perdonatemi, per questa volta dovete basarvi sulla fiducia...

CURRY ALLE VERDURE

Ingredienti
1 tazza di zucchine a dadini/rondelle oppure una tazza di carote (circa due zucchine/carote medie)
1 tazza di piselli ( meglio freschi xVata )
2 cucchiai di olio di girasole
1/8 di assafetida
1/2 cucchiaino di semi di senape (meglio quella nera)
1 cucchiaino colmo di semi di cumino interi
1/2 cucchiaino di sale marino
250/300 gr. di tofu
1 cucchiaino di polvere di curry
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1/4 di tazza d'acqua
2 cucchiaini di malto di riso(1/2 cucchiaino x Kapha)
1/4 peperone verde piccante tritato(facoltativo- NO x Pitta)
1/4 di tazza di yogurt naturale.

Non spaventatevi per la quantità di ingredienti, in realtà è di veloce esecuzione e una volta imparato ci mettete 5 minuti.
Consiglio: preparatevi già tutti gli ingredienti a portata di mano perchè vanno aggiunti alla velocità della luce!!
Preparare il vagar: in una padella a fondo spesso scaldate l'olio, aggiungete i semi di senape e di cumino. Appena scoppiettano ( fate attenzione in un secondo escono tutti fuori dalla pentola, le prime volte consiglio di coprire appena scoppia il primo e togliere dal fuoco) aggiungete subito il curry, il sale, il tofu e le verdure.
Attenzione: dicesi "vagar" il procedimento di scaldare le spezie nell'olio. i semi di senape non devono bruciare. Nel caso annerissero rimuoveteli dalla pentola e ricominciate. Questo è l'unico passaggio importante nella cucina ayurvedica. Le spezie scaldate nell'olio rilasciano le proprietà dei loro oli essenziali curativi.
A questo punto cuocete senza coperchio x 5 minuti a calore medio mescolando ogni tanto.Aggiungete l'Acqua e coprite. Cuocete le verdure fino a quando sono tenere. Una volta cotti aggiungete i rimanenti ingredienti mescolate e servite.

Questo Curry si accompagna benissimo con del riso basmati o con del pane ( chapati indiano)
è davvero gustoso, provare per credere!
Io l'ho portato anche in ufficio il giorno seguente con dei crackers al sesamo....fantastico.

venerdì 19 giugno 2009

Elba Bio



Rientrata mio malgrado dai meravigliosi 4gg nella mia tanto amata isola D'Elba.
Ogni volta che torno riesce sempre a stupirmi con qualche angolo non ancora scoperto, panorami mozzafiato e profumi sempre intensi.
Visto che ormai la conosco abbastanza bene ho pensato di fare una mini agenda per chi fosse interessato a trascorrere delle vacanze eco e bio sull'Isola.

Portoferraio
Agricoltura biologica e biodinamica
pernottamento/vendita diretta

Prodotti da acquistare:
Vino / Vini passiti
Olio
Idromele ( una antica bevanda a base di miele)
frutta e verdura
Spezie ed aromi

Porto Azzuro
Agricoltura biologica
pernottamento/ristornate/vendita diretta
Prodotti da acquistare:
Vino/aleatico
Olio
Frutta e verdura

Stracoligno-Capoliveri
Agricoltura biologica
Pernottamento/ristorante/vendita diretta

Prodotti da acquistare:
vino
uova
frutta e verdura
marmellate/miele

vacanza attiva: si può prendere parte alla vendemmiao raccolta delle olive
dimostrazioni varie su compostaggio/apiario

Lacona
Organizzazione sognamondo
pernottametno/ristorante
Agricoltura biologica

campeggio con formula villaggio
vacanza attiva: yoga,qi gong, bio danza, teatro, pittura
attività speciali x bambini(pittura, danza,bio-teatro)

naregno-capoliveri
pernottamento/ristornate
Hotel 4 stelle
modesta scelta di prodotti biologici ( su richiesta menù personalizzati)
vacanza attiva : animazione bimbi /aerobica/palestra/biciclette/canoa
massaggi ayurvedici


St. Andrea
pernottamento/ristorante
Orto biologico

Hotel 3 stelle
orto biologico
vacanza attiva: piscina/tennis/escursioni

Dove mangiare No veg No bio

Capoliveri
Pesce pescato in giornata
speciale: caciucco su ordinazione
Prezzo: basso

Capoliveri

Pesce pescato direttamente da loro in giornata.
speciale: Millefoglie di pane carasau con totani e cavolo nero nostrali
Pesce all'isolana
Prezzo: medio-alto


Portoazzurro
Per grandi compagnie
Speciale: grigliata di pesce
Prezzo: medio-basso




mercoledì 10 giugno 2009


La biodola

Oggi si parte per la mia isoletta amata, L'Elba...anche se ormai la conosco in lungo e in largo
ci sono sempre posti nuovi da scoprire e ristorantini che ci aspettano!!
Spero di portare belle nuove al ritorno.
Intanto vi posto qualche immagine delle mie spiagge preferite!
Ciao a tutti !













Barabarca( Capoliveri) / Cavoli














Fetovaia / La Padulella ( Portoferraio)

Giveaway




E per la prima volta partecipo al "Giveaway" di pane, amore e creatività.
Andate a sbirciare questo blob merita davvero!


giovedì 4 giugno 2009

salsa verde aka salsa shrek


Perdonate la foto un pò tristina e soprattutto non posso postarvi le foto finali del piatto perchè non ho fatto in tempo a fare le foto....
Bene questa salsina verde è stata visualizzata nella mia mente guidavo una sera tornando a casa e ieri l'ho realizzata. Un vero esperimento che mi ha conquistata e mi sento di consigliarvi "appassionatamente ".


Ingredienti

10 foglie di basilico
2 rametti di coriandolo fresco
3 rametti di timo fresco
4/5 rametti di origano fresco
1/4 cup di olio extra vergine d'oliva
1/2 cup di acqua
4 cucchiai di semi di girasole
2 cucchiai di pinoli


Ho approfittato dell'angolo di erbe fresche nell'orto dei miei genitori e sono andata un pò ad occhio con le quantità. Quelle sopra elencate servono per una mezza ciotolina .

Nota 1. l'acqua: regolatevi a seconda della consistenza che volete della salsina..il principio è di non aggiungere troppo olio e renderlo simile al pesto.
Nota 2. Non aggiungete sale: i semi di girasole sono molto saporiti e sostituiscono il sale , se la trovate troppo insipida aggiungetelo solo alla fine.
Nota 3. Potete variare le erbe aromatiche, attenzione al coriandolo che è molto forte, non abusatene se non lo conoscete ancora.

Fate tostare i semi in una pentola senza olio. Quando sentite il profumo tipico del seme tostato spegnete. Lasciate raffreddare un paio di minuti.
In un mixer mettere tutti gli ingredienti.Naturalmente per le erbette fresche utilizzare solo le foglie e non i rametti. Frullare e aggiungere eventualmente l'acqua se rimane troppo denso.
Questa salsa si sposa bene per il pinzimonio, per farcire panini oppure per ricoprire il seitan. Io ho provato questa ricetta ieri sera e vi asicuro che è sensazionale! perfetto per un pranzo o una cena estiva.

Per il Seitan: Tagliatelo fine tipo arrosto e passatelo in padella con un filo di olio e un cucchiaio di Shoyu, prende un sapore squisito. Toglietelo dal fuoco lasciatelo raffreddare e poi spalmate ogni fettina con un pò di salsa verde.
Il nome salsa shrek è stato pensato per le mamme che so che visitano il blog. So che a volte inventare nomi che suonano familiari ai bimbi aiuta.....







mercoledì 3 giugno 2009

Ricetta Lassi


Il Lassi è una bevanda della tradione indiana e ayurvedica. E' rinfrescante, si beve durante o dopo il pasto. Il lassi favorisce la digestione e rafforza la flora intestinale. Apporta fermenti lattici vivi, enzimi, calcio, proteine, vitamine del gruppo B, soprattutto la B12. Aiuta il sistema immunitario intestinale. E' ottimo nel caso di stitichezza.
Attenzione però, utilizzate sempre yogurt biologico intero e naturale o, ancora meglio, yogurt fatto in casa da latte intero biologico.
Al vostro Lassi potete aggiungere frutta o meglio aggiungere delle spezie come cannella, cumino, chiodi di garofano.
Se conoscete la medicina ayurvedica saprete già quali sono le spezie più indicate per il vostro Dosha.

Come si prepara


In un recipiente frullate lo yogurt intero insieme all'acqua.Usate acqua naturale di bottiglia.
Se non avete problemi di digestione potete tenere la proporzione 1/2 ( 1 vasetto di yogurt 2 di acqua) se avete invece l'intestino delicato allora rendetelo più liquido con una proporzione 1/3. Se volete potete frullare della frutta insieme. Usate un frutto solo alla volta, non è un frullato di frutta!
Una volta amalgamato bene versatelo in un bicchiere e guarnitelo con le spezie.

martedì 2 giugno 2009

Enchiladas



Finito il mio corso di cucina naturale mi sono ritrovata a comprare subito il preparato per produrre il seitan in casa.
Era qualche giorno che indugiavo, ma ieri complice la giornata di festa svizzera mi sono messa all'opera.
Con il Seitan casalingo ho poi deciso di preparare le Enchiladas per la cena, sono velocissime da preparare e possono essere farcite con quello che avete in frigorifero al momento. Un ottimo modo quindi per sbarazzarsi delle ultime verdure rimaste e per una cena dell'ultimo momento. Vi basta avere sempre nel frigo qulache piadina. A casa mia sono andate a ruba!

Seitan
Se non siete super esperte di preparazione casalinga al 100% del seitan, potete comunque produrlo da voi comprando nel vostro negozio biologico la polvere istantanea.
A questo punto vi basta seguire le indicazioni sulla confezione. Io ho usato la salsa Shoyu al posto del Tamari.
Una volta preparato il composto avvolgetelo in uno strofinaccio e mettetelo in pentola a bollire.
Potete dare le forme che volete. Io ho scelto una forma a polpettone per tagliare meglio le fettine. Il risultato è stato perfetto e conveniente.
A fine cottura potete utilizzare il brodo per preparare una minestra. Se non utilizzate tutto il seitan riponetelo in un contenitore coperto dal suo brodo di cottura. Si conserva in frigorifero per 2/3 gg.


Enchiladas

Ingredienti

4/5 piadine
verdure a scelta ( melanzane , zucchine peperoni)
1/2 cup di seitan
sale q.b.
salsa shoyu
formaggio tipo cheddar cheese ( oppure emmenthal, edam,provola.... )
2 cup salsa di pomodoro
1 cipollotto
2 cucchiai di Olio

Tagliare le verdure a fette e farle abbrustolire 5 minuti in forno a 180°.
Una volta tolte lasciar raffreddare un minuto e tagliarle a julien. tagliare il seitan a cubetti. In una pentola mettere a freddo olio, cipollotto, tutte le verdure e il seitan . Rosolare a fuoco medio, aggiungere un pizzico di sale e due cucchiai di salsa shoyu. coprire e lasciar cuocere per 10/15 minuti a fuoco basso.
Pre-riscaldare il forno a 180°
Preparare la postazione con tutti gli ingredienti , grattuggiare il formaggio a julien, usando una grattuggia per carote e quindi procedere con una piadina, farcire con il mix di verdure e seitan, cospargere di formaggio, arrotolare e riporre in una teglia unta con un filo di olio.
Procedere con tutte le 5 piadine.
Coprire le piadine di salsa di pomodoro e il restante formaggio. Infornare a 180° per 20/30 minuti.
Questo piatto si può accompagnare con un insalata o con del riso e diventa un piatto unico.

Enjoy it !

In English

1 cup of seitan chopped
1 tablespoon of olive oil
Salt
Shoyu sauce
1 cup of shredded cheddar cheese
4/5 flour tortillas
vegetable ( zucchini, peppers, eggplant..)

Slice the vegetables and broil them.Set aside 1 minute and than slice them julien style.
Chop the seitan add with vegetables in a frying pan with a tablespoon of oil.
Sauté the vegetables and seitan , add a pinch of salt and a tbs. of shoyu sauce.
Preheat oven to 350.
Lay out your work station.
Tortillas, seitan, vegetables and cheese. Roll up each tortilla by putting a scoop of vegetable and seitan, cheese on top. Reserve a little cheese for the top. Then roll it up and put it in a large baking dish. Pour the tomato sauce on evenly and sprinkle a little extra cheese on top. Then bake for 20/30 minutes.
You can serve it with a green salad or spanish rice and get a main dish.