In God we trust

Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene -Romani 12:21

martedì 19 giugno 2012

Riso integrale con amaranto all'ume con cavolo cinese scottato con foglie di shiso

Ingredienti
1 tazza di riso integrale
1/2 tazza di amaranto
2 tazze 1/2 di acqua
1pz. di sale
1C. di acidulato di ume
1 Cavolo cinese
1C. acidulato di riso
polvere di foglie di shiso

Questo menu macrobiotico servito tiepido è ottimo per una serata estiva, il cavolo cinese è una verdura fresca e leggera e l'amaranto è il cereale legato all'energia fuoco e all'estate. Inoltre essendo privo di olio ne fa un piatto ottimo per un regime dimagrante.

In una pentola a fondo spesso mettere il riso e l'amaranto ben sciacquati .aggiungere un pizzico di sale, l'acqua , coprire e portare a bollore. abbassare al minimo la fiamma e cuocere per circa 45 minuti.
spegnere e lasciar raffreddare.
condire con un cucchiaio di acidulato all'ume.
Nel frattempo portare  a bollore l'acqua in una pentola a parte e quando l'acqua bolle, buttare le figlie di cavolo, scottare per 2 minuti e scolare.
tagliare le foglie molto finemente e condire con l'acidulato di riso e le foglie di shiso.

Insalata capricciosa





Una nuova insalata per le giornate calde ed estive come ieri, ricca in vitamine, sali minerali , antiossidanti e tanto tanto gusto...

Ingredienti:
Rucola
3C. Di Olive verdi
1 tazza di Fagioli azuki
1pomodoro cuore di bue
1C. Di acidulato umeboshi

I fagioli danno la parte proteica rendendo questa insalata molto ricca e nutriente .

il pangrattato della discordia

Cari amici Blogger, Ho sempre sostenuto che il mestiere di cuoco fosse una professione al quanto pericolosa,e prima o poi dovevo pagare pegno, infatti affetta di qua, affetta di la...mi sono affettata un dito.  Come?? semplice, nel modo piu' banale possibile, cercano di tagliare il pane secco a cubotti per trasformarlo in pangrattato, ingrediente fondamentale nel preparare il piatto preferito di mio marito, il coltello mi è scappato e Voilà ....State attenti gente, maneggiate i coltelli con cura ....
Fortunatamente niente di irreparabile, non ho leso alcun tendine, solo una ferita molto profonda e 5 punti di sutura..Intanto vi presento con orgoglio la prima stecca della mia vita...
Non pensiate che questo mi fermerà...no no ci sono tante ricettine nuove pronte per essere pubblicate..

domenica 17 giugno 2012

Superhero Breakfast



La colazione salata è la cosa che ho imparato ad apprezzare maggiormente con questo tipo di alimentazione. Qui vi presento una ricetta tratta dal libro di Alicia Silverstone The Kind Diet.
I Mochi sono un prodotto giapponese la cui base è il riso dolce, si possono servire sia dolci che salati. Io ho preferito la versione "savory".

Ingredienti :
3 Mochi
1 c. di shoyu
1c. di olio di sesamo
3 quadrati di alga nori tostata
5cm di radice di daikon fresca

1 pugno di catalogna
1c. di acidulato di ume
1c. di salsa wakame

Scaldare il cucchiaino di olio in un pentolino antiaderente, aggiungere i mochi, abbassare la fiamma, coprire e cuocere per circa 5-6 minuti. girare i mochi, versare una goccia di shoyu su ognuno , coprire e cuocere ancora per 5-6 minuti. I nostri mochi incominceranno a gonfiarsi e prendere delle forme particolari.
adagiare i mochi cotti su un quadrato di alga nori, aggiungere il daikon tritato fine e chiudere tipo tortillas, servire con la catalogna condita con ume e salsa wakame.

Perle di benessere:
I mochi sono un alimento molto ricco perché derivano dal riso dolce ( un riso più' ricco di zuccheri rispetto al riso integrale ) e non indicati per un regime di dieta. Sono perfetti per una colazione energetica o per la colazione della domenica mattina. Molto indicati per le donne che hanno partorito perché stimolano la montata lattea.
Le foglie verdi invece stimolano il fegato e aiutano la depurazione, il daikon  è un naturale brucia-grassi e compensa la dolcezza e ricchezza dei mochi.

venerdì 8 giugno 2012

quinoa in insalata con lenticchie rosse ai porri e crauti

Un nuovo menu si aggiunge alla lista "menu Macrobiotici" è un piatto semplicissimo da fare e rappresenta la base perfetta per un pranzo o una cena estiva . Inoltre , la Quinoa è tra i cereali con meno calorie e maggior contenuto di  proteine, ha un sapore leggermente amaro che stimola il metabolismo e in combinazione con il cipollotto e lo zenzero ne fa un piatto speciale dimagrante.
Le lenticchie sono il legume con minor contenuto di olio, la percentuale di grasso contenuta è il 3%

Ingredienti
1 tazza di quinoa
1 1/2 tazza di acqua
1 cipollotto fresco
1C. di capperi
1C. di acidulato di riso
1c. di succo di zenzero
1pz. di sale
1c. di olio di sesamo

1/2 tazza di lenticchie rosse
1 tazza scarsa di acqua
1 pz. di sale
1 porro
1C. di shoyu

Crauti

Sciacquare molto bene la quinoa sotto acqua corrente, versarla in una pentola a fondo spesso e aggiungere l'acqua e il pizzico di sale. Portare a bollore, abbassare la fiamma al minimo e lasciar cuocere 15 minuti circa.
Togliere dal fuoco e versare in un recipiente per farla raffreddare.
Nel contempo tritare i capperi e la parte bianca del cipollotto  . Saltare molto velocemente il cipollotto  in una pentola spennellata con l'olio di sesamo, quando la cipolla è trasparente togliere dal fuoco ed aggiungere alla quinoa. Lasciar raffreddare e poi aggiungere il trito di capperi. Emulsionare l'acidulato con la senape e il succo di zenzero e versare sopra la quinoa. Mescolare bene e guarnire con la parte verde del cipollotto tritata finemente.

Sciacquare le lenticchie sotto acqua corrente e versarle in una pentola a fondo spesso. Aggiungere l'acqua e il pizzico di sale, portare a bollore, abbassare la fiamma al minimo e lasciar cuocere per 15-20 minuti. A parte tagliare il porro finemente e aggiungerlo alle lenticchie a  metà cottura.
Una volta cotte aggiungere la shoyu, cuocere ancora un minuto e servire caldo.

venerdì 1 giugno 2012

Spaghetti rustici


Spaghetti rustici


Vi avevo detto che avrei postato le ricette dal libro di Alicia Silverston, bene non ho resistito nel mettermi subito ai fornelli e provare le prime ricette. Vi presento una pasta a dir poco favolosa...mio marito l'ha letteralmente divorata. Ho cambiato solo il cavolo cappuccio con la verza e la pasta bianca con quella integrale, per il resto ho seguito fedelmente la ricetta.

Ingredienti x 2 persone

170 gr. Spaghetti integrali di farro
2 cipolle
2C. di olio evo
1/4 di tazza di shoyu o tamari
1/2 verza ( nella ricetta originale cavolo cappuccio)
1 testa di aglio

In una pentola a fondo largo scaldare l'olio con un pizzico di sale ( x equilibrare yin e yang) , aggiungere le cipolle tagliate molto finemente, io ho usato la mandolina sulla posizione 2 , imbiondire la cipolla fino a quando diventa trasparente x circa un 5-6 minuti, aggiungere la testa di aglio e rosolare ancora un paio di minuti, a questo punto aggiungere la verza tagliata fine e saltare per 5 minuti. Sfumare con la shoyu e far appassire ancora 2-3 minuti.
Nel contempo cuocere la pasta e tenerla al dente, scolare conservando un bicchiere di acqua d cottura e versare gli spaghetti nella pentola con il condimento, terminare la cottura aggiungendo un pochino di acqua se necessario.
Impiattare.

Kuzu-Ume


La bevanda che vi presento oggi è un rimedio di pronto soccorso eccezionale per svariati sintomi, io non resto mai sprovvista di kuzu e umeboshi , anche perché li utilizzo per tante altre ricette ma se non li conoscete ancora vi consiglio di provare questa bevanda, è delizioso e non ne farete mai più' senza.
Il Kuzu è una radice giapponese con svariate proprietà diciamo che alcalinizza e rinforza lo stomaco, le prugne ume , che in realtà sono delle albicocche, sono frutti fermentati sotto sale per almeno un anno, con una fortissima pressione. Parliamo di "super prodotti" come piace chiamarli a me . Questi ingredienti rendono forte il nostro organismo. 
Questa bevanda è quindi indicata in caso di malessere generale, spossatezza, nausea data dal fegato appesantito, bruciore di stomaco, reflusso gastrico, candida, mal di testa ecc.
Se aggiungiamo del succo di zenzero può' essere maggiormente d'aiuto in caso di nausea, anche in gravidanza .

Ingredienti: ( x 1 tazza)

1c. di Kuzu
1c. di purea di ume o 1 umeboshi
1C. di acqua fredda
1 tazza di acqua fredda
1 c. di succo di zenzero
qualche goccia di shoyu

In un pentolino a fondo spesso sciogliamo il kuzu con 1 cucchiaio di acqua fredda, aggiungiamo la purea di umeboschi e stemperiamo bene, versiamo la restante acqua e portiamo a bollore a fiamma media, quando bolle e vediamo che il liquido da bianco è diventato trasparente, aggiungiamo un paio di gocce di shoyu, riportiamo a bollore e spegniamo subito. A parte grattugiamo lo zenzero e spremiamo il succo nella nostra bevanda. Lasciate raffreddare un attimo e bevete tutto.
Bere al mattino a stomaco vuoto.