In God we trust

Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene -Romani 12:21

lunedì 14 dicembre 2015

stufato di broccolo e daikon , ceci e salsa tamari con riso basmati integrale

Nella serie del cibo buono e sano un'altra fantastica combinazione 
Zuppa di miso con funghi shitake , riso basmati a cottura lenta con stufato di broccolo e daikon , ceci e salsa tamari

Questo stufato viene vitto con il metodo del soffritto senza olio, rendendolo povero di grassi e molto salutare. 
Perfetto per una depurazione pre feste natalizie!! 


Ingredienti :
1 tazza di riso basmati integrale 
5cm di alga kombu
1 broccolo
1 radice di daikon
1 tazza di ceci cotti 
1 cipolla 
3 cucchiai di salsa tamari

In una pentola a fondo alto versare il riso con due tazze di acqua, l'alga kombu r portare a bollore, cuocere a fiamma bassa per 15/20 minuti.
A parte scaldare una padella a fiamma viva e quando sarà calda buttate la cipolla tagliata a brunoise. Soffriggere sfumando con altra acqua in modo che non bruci. Aggiungere le altre verdure , i ceci e mezzo bicchiere di acqua . Coprire e cuocere a fiamma media per 15/20 minuti o fino a quando le verdure saranno tenere. 
Una volta cotte sfumare con la salsa tamari . Servire lo stufato sopra una generosa porzione di riso basmati. 

lunedì 26 ottobre 2015

L'importanza di una buona MASTICAZIONE

  

Cari amici, oggi voglio riportare per intero la newsletter della Sanagola scritta dal mio caro insegnante Martin Halsey....

Ricordo durante i miei studi di macrobiotica quanto ho sentito parlare di questo argomento..per non parlare degli esercizi pratici fatti durante la vacanza in Calabria con la presenza di Lino Stancich , altro grande insegnante di macrobiotica, che durante una cena ci ha spinti a masticare ogni boccone per 100volte !!! Una sfida...si....ma il sapore che ne scaturiva in bocca era da non credere!! una grande scoperta....

 Buona lettura ....

 
La settimana scorsa ho iniziato una serie di articoli sui cereali parlando del pane. Questa settimana ho deciso di fare un passo indietro e affrontare un argomento di un’importanza fondamentale quando si parla di cereali integrali:
la masticazione
I cereali hanno un sapore dolce che aumenta con la masticazione, è il premio che si ottiene quando ci si impegna masticando. Purtroppo solo in pochi hanno buone abitudini che permettano di sentire il vero sapore dei cereali, nonché ottenere tutto quello che questi alimenti possono offrire, perciò penso che sia importante parlarne. 
Perché non si mastica?
Sicuramente ci siano tanti motivi;  ne elenco qualcuno che spero possa stimolare riflessioni in tutti masticatori.
Mancanza di rispetto per il cibo
Oggi c’è la tendenza a mangiare un po’ come se fosse fare la benzina nella macchina: meno costa e meglio è, e più veloce si riesce a fare e meno tempo si perde. Il cibo è diventato una massa di molecole di cui il nostro corpo ha bisogno, un dovere che cerchiamo di compiere con un po’ di piacere e, per quanto possibile, spendendo poco. Si mangiano mono piatti come panini, pizze, focacce e piatti interi di formaggi o affettati. Non si perde tempo né per la preparazione né per l’atto stesso di mangiare - non si mastica.
Alimenti di origine animale non hanno bisogno di tanta masticazione
Gli animali carnivori non masticano, ingoiano. La carne non rilascia più sapore e dolcezza con la masticazione, anzi, la consistenza diventa sempre più gommosa e dura. Il sapore della carne e del formaggio si rilascia non appena arriva in bocca, persino il profumo manda i carnivori in estasi. I vari programmi televisivi di cucina mostrano i commensali che emettono versi e ostentano espressioni di natura quasi sessuale non appena il cibo entra in bocca, ben prima di qualsiasi masticazione. Al contrario, in alcuni casi (come a Masterchef) il disgusto è anche immediato. Nel secolo scorso, il consumo di alimenti di origine animale è stato in costante aumento, al punto tale che oggi per molti è difficile immaginare un pasto senza qualche componente animale e normalmente quell’alimento è dominante. Questo dà origine a generazioni di persone con abitudini masticatorie più simili a quelle di un leone che non a un essere umano.
Lo zucchero non si mastica
Insieme agli alimenti di origine animale (alimenti grassi per lo più), si consuma sempre più zucchero. Siamo arrivati ad un punto tale che il tipico italiano consuma molto più zucchero che pasta - quasi il doppio. Hamburger, panini e coca cola creano una dieta che porta a non masticare. 
Cereali integrali sotto qualsiasi forma (riso, pasta, pane, polenta) vanno masticati bene per:
Mescolare gli amidi presenti (i carboidrati complessi che dominano in questi alimenti) con gli enzimi della saliva. Questi enzimi agiscono sui carboidrati e nessun altra sostanza nutritiva. La masticazione riduce in pezzi sempre più piccoli i cereali e la saliva rende la massa liquida e alcalina. Se la massa in bocca diventa molto alcalina, lo stomaco è in grado di attirarla facilmente grazie ai succhi gastrici (acidi) e quindi tutto il processo digestivo che segue va meglio. L’intero processo digestivo è condizionato dalla masticazione. Il gonfiore della pancia (quello che io definisco come il problema nazionale in Italia) a volte si risolve migliorando la masticazione e il fatto di mangiare tanti cereali integrali e non masticare è una formula perfetta per il classico gonfiore alla pancia.
Nutrirsi meglio, perché tutto il processo digestivo sia più efficace e ci si soddisfi di più. Masticando si mangia alche molto più lentamente e questo limita anche la quantità di cibo consumato, quindi può essere un esercizio dimagrante. 
Migliorare la schiena; ci sono 32 denti e 32 vertebre che hanno una corrispondenza (questo è alla base di quello che si chiama Dentosofia ) e masticando bene si stimola la spina dorsale e migliora anche la postura. Questo crea benefici significativi per tutto il sistema nervoso.
Stimolare il meridiano dell’intestino crasso che passa nelle gengive; la masticazione aiuta le funzioni intestinali per via dell’armonia che crea già in bocca, ma anche grazie alla stimolazione dei meridiani.
 
La pratica della masticazione è una sfida per tutta la vita. Le raccomandazioni variano a seconda dell’esperto, ma sicuramente masticare ogni boccone meno di 12 volte è come usare l’imbuto per mandare il cibo allo stomaco. Secondo me un obiettivo raggiungibile potrebbe essere masticare almeno 30 volta ogni boccone e, a periodi, masticare molto di più. Credo che i momenti del cambio di stagione siano ideali per disciplinare sia la scelta degli alimenti che la preparazione e il modo di mangiare. 
Siamo non soltanto quello che mangiamo ma anche come mangiamo. Questo implica di mangiare seduti, ad orari ragionevoli e di masticare a lungo e con calma.
Buon appetito!
Martin

venerdì 23 ottobre 2015

Cucina Macrobiotica: Speciale Peso Forma

Un nuovo corso tutto dedicato al benessere !! Ecco di cosa abbiamo parlato durante due lunedi con un gruppo super affiatato che ha occupato con grande entusismo , partecipazione e allegria le aule della scuoal media di Massagno per il corso proposto dal Canton Ticino di cui sono stata cuoca e docente.

Il Corso che ho ideato è tutto nuovo, si occupa di chiarire al meglio come mantenere un peso forma, come rinforzare la digestione e prevenire tanti disturbi comunemente legati all'apparato digestivo come gonfiori, stitichezza, afte in bocca, acidità e reflusso gastrico....


Ecco alcune immagini e i menu' che abbiamo preparato durante le serate.

Le prossime date :

Lunedi 18 e 25 gennaio 2016 ( corso confermato e quasi completo )
Lunedi 11 e 18 Aprile 2016


Il menu 



VELLUTATA DI LENTICCHIE ROSSE CON MISO




BRODO DIMAGRANTE


RISO BASMATI INTEGRALE  SALTATO CON VERDURE ALLO ZENZERO 


MEDAGLIONI DI TARAGNA IN FONDO BRUNO CON RUCOLA MARINATA 


MEXICAN AZUKI 


CRUMBLE DI MELE SENZE GLUTINE 



RIMEDI :  

CAROTE E DAIKON CON BRODO DI BASE

BRODO DI VERDURE DOLCI