In God we trust

Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene -Romani 12:21

venerdì 18 aprile 2014

CAKE POPS VEGAN

Questa settimana sono  stata invitata in una scuola elementare a Lugano per un corso di pasticceria Vegan.
I bimbi dovevano preparare dei cestini pasquali da portare ai genitori.
E' stata una giornata importante perché per la prima volta ho portato la cucina vegan in una scuola elementare.. È importantissimo insegnare ai bimbi a mangiare in modo sano perché saranno adulti più forti e sani! Chiaramente con i piccolini ci vuole anche un compromesso e allora.. Cake pops vegan con decorazioni vegan ma meno sane ... Va bene così .. Ecco cosa abbiamo preparato:









LA RICETTA :

CAKE POPS VEGAN
Ingredienti  ( x circa 24 palline )

200gr di farina 0
200gr di farina integrale
150gr di malto o 100gr di zucchero di canna
200ml di olio di girasole
1 bustina di lievito naturale ( cremortartaro)
200ml di latte di soia
1c.di aceto di mele
2cucchiai di cacao amaro

Unire tutti gli ingredienti secchi e mescolare, a parte amalgamare tutti gli ingredienti liquidi.
Noterete subito che il latte con l'aceto caglierà...questa reazione è normale e giusta non preoccupatevi.
Unire il secco con il liquido , dovete ottenere una crema morbida, se il vostro composto risulta troppo solido aggiungete latte.
Prendete uno stampo di silicone per Cake Pops e riempite metà della pallina . Chiudete lo stampo e infornate a forno caldo a 180° per 15 minuti circa.
Verificate che siano cotti inserendo lo stuzzicadente nell'apposito foro .
Sfornate e lasciate raffreddare bene. Vanno fatti il giorno prima per decorarli il giorno dopo.
Consiglio di metterli in frigorifero una notte.

Decorazione
Cioccolato fondente
codette colorate, palline, zuccherini ecc.
granella di mandorle, nocciole, pistacchi
scaglie di cocco
Supporto in polistirolo

Per decorare i vostri cake pops bastera' sciogliere il cioccolato a bagno maria, infilare le palline nei loro bastoncini e immergere il cake pops nella cioccolata.
Decorarli a piacimento subito dopo con codette o granelle 
Per farli asciugare bene infilate i cake pops su una base in polistirolo e lasciate raffreddare, potete metterli qualche minuto anche in frigorifero.

giovedì 17 aprile 2014

PASQUA VEGAN

Anche la cucina dell'anima vi presenta la sua PASQUA VEGAN con due menu per darvi qualche ispirazione….


MENU
Livello: Facile

Antipasto
Crostini di pane agli aromi nostrani con patè di carote e mandorle

Ingredienti:
1 baguette integrale
3 carote
1 tazza di mandorle ( messe a bagno una notte)
sale qb
aromi misti secchi ( maggiorana, timo, lemongrass ecc)

Scaldare una pentola antiaderente, aggiungere 1 cucchiaio di olio evo e le spezie secche, rosolare le fette di pane da entrambi i lati.
Mettere le carote e le mandorle in un frullatore e frullare fino ad ottenere una crema omogenea, salare .
Spalmare la crema di carote sulle fette di pane.


Primo
Pasta alla curcuma con ragu' di zucchine

Ingredienti x 4 persone

300gr di pasta corta
1 cucchiaino di curcuma
1 cucchiaio di olio evo
1/2 bicchiere di vino bianco
2 zucchine
1 cipolla
1 ciuffo di prezzemolo fresco

In una casseruola scaldare l'olio, aggiungere la curcuma, la cipolla a dadini e soffriggere per alcuni minuti.
Aggiungere le zucchine tagliate a cubetti e insaporire , sfumare con il vino bianco . Spegnere e mettere da parte

Cuocere la pasta e scolarla al dente, versarla nella casseruola e saltare la pasta per alcuni minuti

Servire con una spolverata di prezzemolo tritato


Secondo
Seitan agli agrumi con insalata di asparagi e radici primaverili

Ingredienti x 4 minuti

300gr di seitan naturale
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1/2 zucca butternut
1 bouquet di aromi ( salvia , rosmarino, alloro )
1 limone
2 arance
Olio evo qb
sale qb
pepe

Tagliare il seitan a cubotti e rosolarlo in una casseruola con 1 cucchiaio di olio evo, salare leggermente e mettere da parte .
Aggiungere il bouquet aromatico e un cucchiaio di olio nella casseruola.
Tagliare un paio di fettine di buccia di limone e arancia, tagliare gli agrumi in due e tenere da parte un paio di fette da entrambi.
Spremete il succo del limone e delle arance e sfumare il seitan con tutto il succo.
Tagliate la cipolla a dadini e versatela nella casseruola, salate e rosolate la cipolla. Aggiungete la
zucca tagliata a cubotti e coprite e lasciate cuocere per 15 minuti. Togliete il coperchio e rosolate per alcuni minuti.
Aggiungete il seitan, sfumate con il succo di agrumi, aggiustate di sale e aggiungete le scorzette messe da parte tagliate sottili a julienne.
Lasciate caramellare bene e servite in un piatto da portata.


Dolce
Mousse di cioccolato fondente con ovetti di cocco

250gr di cioccolato fondente
100ml di panna di soia
500ml di latte di cocco
2cucchiai di malto di riso
2cucchiaini di agar agar
2cucchiaio di amido di mais
sacchettini per il ghiaccio a forma rotonda

sciogliere il cioccolato a bagnomaria e lentamente incorporare la panna.
Versare in una ciotola di alluminio e metterla in una ciotola più' grande con del ghiaccio.
Con una frusta montare il composto fino ad ottenere una mousse.

In una casseruola versare il latte , tenendone due cucchiai da parte per sciogliere l'amido.
Aggiungere l'agar agar e portare a bollore.
Quando bolle aggiungere il malto e l'amido a filo.
Spegnere e lasciar riposare alcuni minuti.
Trasferire il liquido nei sacchettini da ghiaccio rotondi o usare altri contenitori di silicone a forma rotonda o ovale.
Mettere in freezer alcune ore.
Servire la mousse con un ovette adagiato sopra








martedì 15 aprile 2014

INSALTA PRIMAVERILE AI DUE CHICCHI




Ieri sera si è conclusa anche la seconda serata di cucina Macrobiotica  , un bel gruppo pieno di energia

Vi posto una delle ricette preparate ieri:








 

INSALATA  PRIMAVERILE AI DUE CHICCI


INGREDIENTI PER 4 PERSONE

- 1 Tazza di miglio
- 1 Tazza di quinoa 
- 1 tazza di cavolfiore violetto o bianco
- 1 tazza di pisellini o fave fresche o altro legume
- 1 mazzo di ravanelli
- 2 cipolle rosse
- 1 manciata di albicocche  secche
- 1 mela
- 4 tazze di brodo vegetale
- 3 cucchiai di olio di oliva extra vergine
- 1 cucchiaio di acidulato di riso
- sale
- aromi freschi a piacere - timo,erba cipollina, aneto oppure rucola spezzettata  

PREPARAZIONE
1 sciacquare molto bene il miglio sotto acqua corrente, versarlo in una pentola e tostate per 5 minuti, poi versatelo in una pentola con 2 tazze di brodo. Portate a bollore, mettete il coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 20 minuti.
2 Sciacquare molto bene la quinoa versatelo in una pentola con 1tazaz e mezzo di brodo. Portate a bollore, mettete il coperchio e lasciate cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti.
3 preparate una vinaigrette frullando insieme 3 cucchiai d’olio e 3 di acqua tiepida, l’acidulato, 2 albicocche secche, sale e pepe.
3 Riducete il cavolfiore in cimette piccole; tagliate la cipolla a dadini, e soffriggete in una padella con 1 cucchiaio di olio. Aggiungete anche il legume, precedentemente cotto, sfumate con un pochino di acqua fino a quando il cavolfiore sarà bello tenero. A metà cottura aggiungere anche le albicocche tagliate a dadini.
4 affettare i ravanelli e la mela finemente e procedere con il taglio a julienne e tenteteli da parte
5 Riunite in un’insalatiera il miglio e la quinoa , raffreddati e ben sgranati, aggiungete il misto di  ortaggi e frutta e irrorate il tutto con la vinaigrette. Mescolate delicatamente e servite.

N.B.Se avete a disposizione fiori commestibili come tarassaco o dente di leone li potete aggiungere per un effetto coreografico in piu'.

lunedì 7 aprile 2014

POLPETTE DI CANAPA


Domenica a pranzo ho preparato queste favolose polpette alla canapa. La canapa fa parte dei nostri SUPERFOODS è una proteina nobile di origne vegetale.  Piu' avanti parleremo di questo meravglioso ingrediente. Le proteine di canapa in polvere le potete trovare nei negozi biologici o nelle erboristerie. Io le ho acquistate da Reformhause a Lugano

Devo essere sincera che ho scoperto la canapa grazie a un corso che ho ospitato l'anno scorso tenuto da una fantastica ragazza di nome Federica specialista nell'arte del RAW FOOD. Da allora cerco di aggiungere qua e la le proteine di canapa sia nelle preparazioni salate che in quelle dolci per dare un' aggiunta proteica ai miei piatti.





POLPETTE DI CANAPA

Ingredienti x circa 10 polpette :

1 zucchina
2 cipollotti freschi
1 carota
4 cucchiai di cruschello di avena
2 cucchiai colmi di proteine di canapa
sale qb
3 cucchiaini di sostitutp d'uovo
Olio evo


Grattugiate la zucchina, la carota e il cipollotto , mettete le verdure in una ciotola, aggiungete sale, le proteine e il cruschello.
A parte montate i 3 cucchiaini di sostituto d'uovo ( o amido di mais ) con 120ml di acqua.
Aggiungete agli ingredienti e mescolate.
Dovete ottenere un composto umido ma non troppo bagnato
In una casseruola antiaderente scaldate l'olio con un pizzico di sale e aiutandovi con un cucchiaio versate il composto formando delle polpette. Rosolare molto bene da un lato prima di girare le polpette.

Cuocere 5-6 minuti per lato, salare e servire accompagnato da verdure, insalata o riso.
Io le ho accompagnate ad un risotto al limone.






giovedì 3 aprile 2014

coalzione o dessert ? crema di zucca con frutta secca


La zucca è una verdura presente tutto l'anno per mia fortuna..perchè ne sono letteralmente ADDICTED !!  non potrei fare a meno della zucca nè d'inverno nè d'estate .

La cucina salata o dolce, fredda o calda , al forno o in crema.....E' una delle verdure piu' malleabili e che si prestano a svariate preparazioni 

Oggi vi presento la zucca a colazione !!!





Crema di zucca dolce

1 fetta spessa di zucca ( okkaido o butternut )
1/2 T di acqua
1c. di crema di amndorle
1c. di malto di riso
Frutta secca a scelta

Tagliare la zucca a cubotti ( potete tenere anche la buccia se BIO ) , metterla in un pentolino e coprire con l'acqua, portare a bollore, abbassare la fiamma e cuocere 10-15 minuti fino a quando la zucca sarà tenera. Frullare e creare un composto omogeneo, rimettere sul fuoco, aggiugnere la crema di mandorle e il malto e cuocere qualche minuto. Servire guarnendo con una manciata di frutta secca.

mercoledì 2 aprile 2014

PULISCI LINGUA

Nel gruppo Detox in 28 giorni stiamo affrontando una depurazione del corpo attraverso l' alimentazione ma non solo….ieri ho consigliato di iniziare la mattina con un bicchiere di acqua tiepida e limone , una sana abitudine per ripulire il corpo che durante la notte già lavora proprio per eliminare scorie e tossine…ma oggi voglio presentarvi un'altra abitudine che io ho adottato da tempo…
Appena alzati prima di bere o fare qualsiasi altro gesto, lavatevi i denti e utilizzate un pulisci lingua per rimuovere le tossine che la lingua imprigiona…..
Qui di seguito alcuni degli aspetti benefici di questa veloce pratica quotidiana : 

tratto da: Il giornale 
Sapevi che…
  • Una lingua sana ha un colore rosato e non deve venire ricoperta da nessuno strato di batteri. Se perderá questo colore sará sintomo del manifestarsi di qualche anomalia.
  • Nella nostra cavità orale sono presenti piú di 300 specie di microorganismi diversi e il dorso posteriore della lingua è una delle principali zone orali dove si depositano questi batteri.
  • Per la sua peculiare struttura capillare, i suoi solchi e per il fatto di stare a contatto con la cavità orale, la faringe e le secrezioni della narice, la lingua favorisce la presenza di germi, di microorganismi e di residui orali.
  • L’ accumulo di questi microorganismi nella lingua puó provocare alito cattivo, conosciuto come alitosi. Il 50% degli adulti presenta alitosi e nel 90% di questi casi è a causa di una incorretta igiene orale, principalmente della  zona della lingua.
  • Se la lingua si infetta, non danneggia solo il senso del gusto, ma puó anche provocare infezioni alla bocca e alla gola.
  • Pulire tutti i giorni la lingua aumenta il senso del gusto.
  • La pulizia della lingua puó far scomparire la colorazione provocata dal tabacco, dall’assunzione di antibiotici o dal consumo di alcuni alimenti o bibite.
  • Esiste attualmente un’ampia gamma di strumenti pulisci-lingua ma tutti hanno la medesima finalità di raschiare la superficie ed eliminare batteri e corpi estranei.
  • “Dobbiamo ricordare che la lingua è la principale fonte di batteri che producono malattie parodontali per cui bisogna mantenerla pulita non solo per estetica o per evitare l’alito cattivo, ma anche per motivi di salute, visto che con una corretta igiene della lingua possiamo ridurre l’indice di batteri che provocano questa malattia”.