In God we trust

Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene -Romani 12:21

mercoledì 27 maggio 2009

Pensiero

Tutti i giorni ricevo un pensiero del saggio Omraam Mikhaël Aïvanhov
Ho pensato di condividere con voi quello ricevuto questa mattina

Pensiero del giorno 27/05/2009.

"I fiori, gli alberi, gli oceani, perfino le pietre… nella natura,tutto respira. «Ma, direte voi, non si può concepire il fenomenodella respirazione al di fuori dei polmoni!» Sì, perché no? Lavita non ha per forza bisogno degli stessi organi perché sianoesplicate le stesse funzioni. Guardate l’albero: non ha népolmoni né stomaco né fegato né intestino, e tuttavia respira,si nutre, assimila, elimina, si riproduce; e spesso vive anchepiù a lungo dell’uomo! Resiste alle intemperie, dà fiori efrutti profumati, mentre con tutte le sue facoltà l’uomo ètalmente fragile che un nonnulla può annientarlo.La maggioranza degli esseri umani si fa delle idee sbagliatesulla natura. Sono convinti che per essere realmente vivi eintelligenti, si debba essere fatti come loro. Ma la natura sifa beffe delle loro opinioni e dei loro sistemi; per essa, non ènecessario avere dei polmoni per respirare, o un cervello peressere intelligenti. Ha creato la vita sotto una talemoltitudine di forme che non finiremo mai di scoprirle."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

Se volete riceve anche voi un pensiero giornaliero clicca qui

martedì 26 maggio 2009

Ghee




Il Ghee è il burro chiarificato, antichissima ricetta ayurvedica.Deriva dal burro liberato dall'acqua e dalle proteine, anche la caseina viene eliminata.
E' considerato un cibo rajasico, che allunga la vita e allontana le malattie.
Da utilizzare al posto dell'olio nella cottura dei cibi.Non sostituisce il burro tradizionale per impasti di torte o dolci.

L’Ayurveda considera il Ghee (o burro chiarificato) un Rasayana e cioè uno dei mezzi più efficaci per mantenersi giovani e in grado di favorire la rigenerazione delle cellule.
Il Ghee pacifica Vata e Pitta e aumenta il fuoco digestivo. Il Ghee favorisce la funzione fisiologica della digestione. Contribuisce a contrastare l’azione dannosa dei radicali liberi. È un alimento che nutre e dà sostegno a tutti i sette tipi di tessuti del corpo. Agisce favorevolmente sulla funzionalità del sistema nervoso, contribuendo a mantenere la mente calma, facilita l’apprendimento mnemonico e stimola i processi intellettivi.
(fonte : MAP ITALIA - prodotti Maharishi)


Preparazione:

lavare un vasetto ermetico e asciugarlo molto bene.
In un pentolino mettere 500gr. di burro ( biologico !!)

Accendere il fuoco e mettere la fiamma più bassa possibile, lasciar sciogliere il burro controllando ogni tanto che non arrivi a bollore. Non deve friggere o bruciare
Man mano che si sciogliere vedremo formarsi uno strato bianco. quando il burro è sciolto completamente ( circa un 30 minuti) incominciare ad eliminare lo strato bianco che si è formato con una schiumarola.
Togliere tutta la parte bianca possibile e lasciare il burro sul fuoco ancora per 15 minuti circa.
Spegnere. Sicuramente ci saranno ancora dei residui rimasti sul fondo del pentolino.
Filtrare il ghee con un colino.Attenzione difficilmente il colino sarà a maglie così fini, consiglio di prendere delle garzine sterili e ricoprire il vostro colino. Filtrare il ghee nel barattolo. Il liquido deve essere giallo intenso e limpidissimo.
Lasciar raffreddare e riporre in dispensa o Frigorifero . Il Ghee dura tantissimi mesi perchè non diventa rancido. Lo si può tenere anche fuori dal frigo, in dispensa lontano dalla luce. Quando si prende un cucchiaino di ghee usare sempre posate pulite e asciutte!
Ottimo anche da spalmare sul pane con la marmellata o sul chapati (pane indiano caldo)

Libri

Il libro del mese:






Una presentazione chiara e semplice dei principi della cucina ayurvedica in base ai propri dosha.Ricette di semplice esecuzione con ingredienti di facile reperibilità e davvero gustose.




Libri che consiglio:




Ayurveda Maharishi-Ernesto Iannacone


L'Autore fa una breve introduzione alla scienza ayurvedica e presenta sia i concetti dei Dosha che dei Guna. Un buona parte è deidcata anche all'Alimentazione, parte fondamentale per la scienza ayurvedica per ottenre una buona salute



AROMATERAPIA










Se siete attratti dall'aromaterapia ma non conoscete gli oli giusti per voi, questo libro è la risposta ai vostri dubbi.




Ricco di contenuti ma semplice nelle spiegazioni. Troverete rimedi naturali per raffreddore, tosse, punture di insetti ecc.. Oltre ad indicazioni di oli essenziali da usare nei diffusori, negli oli da massaggio o direttamente in cucina per bilanciare il propio dosha.






CUCINA














Afrodita- Isabel Allende
Un libro unico nel suo genere, un viaggio sensoriale tra spezie, profumi della tradizione nostrana e non. Un romanzo e un manuale di cucina , da non perdere.





Il cucchiaio di legno-Dominique Rosel



Pubblicato nel 1980 con 60.000,00 copie vendute è forse uno dei libri di cucina macrobiotici più conosciuto.
Moltissime ricette macrobiotiche, di semplice esecuzione spiegate passo per passo . Ottimo per chi si vuole avvicinare a questo stile di vita.






Le spezie della salute- Ciro Vestita

Nonostante sia scettica sulle "celebrità" da TV , questo testo e' un vero dizionario delle spezie, presentate con grande precisione e ricchissimo nei contenuti. Ogni spezia viene classificata per proprietà curative, modi e quantità di utilizzo. Da avere in dispensa.



BENESSERE







Benessere totale- Deepak Chopra
Una presentazione chiara e comprensibile a tutti sulla medicina Ayurvedica con consigli su alimentazione, massaggi, posizioni yogiche e stile di vita per ogni dosha.




Ayurveda e salute- Gabriella Cella Al Chamali

Gabriella Cella è una famossissima ricercatrice interiore, io la definirei così. Studia incessantemente da almeno 30 anni e pratica ed insegna yoga da altrettanto tempo. Ha una scuola di Ratna Yoga a Milano.
In questo testo presenta la cura di sè secondo la scienza ayurvedica associando molti esercizi di yoga e consigli di salute.

































lunedì 25 maggio 2009

riso e seitan





Il riso integrale è forse il mio alimento preferito e lo preparo in tutti i modi, come minestra, insalata o asciutto come in questo caso.
Con il caldo di questi giorni consiglio di prepararlo il giorno prima, metterlo in frigo e mangiarlo freddo il giorno dopo.
Miraccomando togliete i cibi dal frigo almeno una mezz'ora prima di servirli in tavola. Ghiacciati non fanno bene alla salute e uccidono i gusti !

Ingredienti
( per 2 persone)

1 tazza di riso integrale
1 pizzico di sale
1 zucchina
1 cipollotto
4 pomodorini
1 cucchiaio di Shoyu
1 pezzo di seitan
1/2 cucchiaino di curcuma
1/2 cucchiaino di pepe nero

in una pentola scaldare un cucchiaio di olio con il cipollotto tritato a rondelle sottili, lasciar dorare e fare molta attenzione che non bruci.
Tagliare tutte le verdure a dadini aggiungere solo le zucchine al soffritto, salare e spruzzare un cucchiaio di Shoyu . coprire e lasciar stufare a fuoco medio/basso per 10 minuti o fino a quando le zucchine saranno tenere. Spolverare una punta di curcuma e una di pepe nero. La curcuma tra le sue tante proprietà ha un alto potere anticancro ma solo in combinazione con il pepe nero.
Aggiungere anche il Seitan tagliato fino e lasciar cuocere a fuoco vivo per 5 minuti in modo da assorbire l'acqua delle verdure.
Alla fine aggiungere i pomodorini e lasciar appassire pochi minuti.

Il RISO


La regola da non dimenticare mai è di lavare i cereali accuratamente prima di cuocerli.Quindi lavate il riso sotto acqua corrente 3 o 4 volte, a seconda se usate del riso integrale o semintegrale.
Se avete una vaporiera cuocete 1 tazza di riso integrale seguendo le istruzioni del vostro apparecchio altrimenti prendete la classica pastaiola. mettete un fondo di 2 dita d'acqua e nel cestello immergete una bacinella contenente il riso e l'acqua. L'acqua dovrebbe arrivare a metà della bacinella .Calcolate sempre 1 tazza di riso 1 tazza e mezza di acqua.
Lasciar cuocere per 40/45 minuti se usate il riso integrale , 30 minuti per quello semintegrale.
Non rimestate MAI il riso, lasciatelo cuocere fino alla fine
Una volta cotto sgranatelo con una forchetta e aggiungetelo nella padella conle verdure e il seitan.



insalata di Hijiki



Questa ricetta è stata "rubata" da una cuoca fantastica, grande fonte di ispirazione per me.

Quest'insalata è adatta per accompagnare un secondo , rimane fresca e molto gustosa. Le alghe Hijiki le potete trovare in qualsiasi negozio macrobiotico o asiatico.Da non sottovalutare anche l'importanza nutritiva essendo le alghe ricchissime di sali minerali.

Qualche parola sulle alghe Hijiki

Le alghe Hijiki: si presentano di colore nero scuro sono molto sottili e sono tra le più ricche di minerali e oligoelementi.

È cicatrizzante, rinforza, facilita l'abbassamento del tasso di colesterolo, previene la carie dei denti, limita i capelli bianchi, è raccomandata durante la gravidanza

È ricchissima di minerali e di calcio molto più del latte, che ne contiene solo 100. Le hijiki sono sempre state consumate in piccole quantità dai giapponesi, dove sono note perché esaltano la bellezza e rendono i capelli forti, lucidi ed elastici.


Ingredienti

(x4 persone)


un pugno di alghe
1 carota
1 spicchio d'aglio
1/2 tazza di seitan
2 cucchiai di semi di sesamo
1 cucchiaino zenzero fresco
1 cucchiaio di Shoyu
1 cucchiaino di mirin
1 cucchiaino di agave/sciroppo d'acero
1 pizzico di sale
olio di sesamo

Seguite le istruzioni sulla busta per la preparazione delle Hijiki, in linea generale le alghe vanno messe a bagno in acqua fredda per circa 20 minuti.
Nel frattempo in una padella scaldare un cucchiaio di olio di sesamo con le carote tagliate a dadini sottili e l'aglio ( tritato o intero), far soffroggere per qualche minuto fino a doratura delle carote. Aggiungiamo un cucchiaio di sciroppo d'acero e lasciamo caramellare le carote qualche minuto. Aggiungiamo il seitan tagliato a listarelle o cubetti e lo zenzero. lasciar appassire un attimo .
Aggiungere un cucchiaino di Mirin o 1/2 limone, il sale e la salsa shoyu. Cuocere per alcuni minuti a fuoco medio.
A parte far tostare i semi di sesamo, senza olio! solo facendoli saltare in padella e poi aggiungerli al composto.
Togliere la pentola dal fuoco. scolare le alghe e aggiungerle al soffritto. Rimettere sul fuoco e cuocere per 10 minuti. Lasciar raffreddare bene prima di servire.
Questo piatto si conserva benissimo in frigo , coperto, per qualche giorno potete quindi prepararlo il giorno prima per un buon pranzo in compagnia.

In English

1 package of hijiki
1 carrot finely chopped
1 clove of garlic chopped
½ cup seitan finely chopped
½ cup edamame (shelled fresh or frozen)
1/8 cup of toasted sesame seeds
1 tablespoon of ginger minced
1 tablespoon of soy sauce
1 tablespoon of mirin
1 teaspoon of agave or sugar
¼-½ teaspoon of salt
Sesame oil



Follow the directions on your package for the hijiki.
Heat a tablespoon of sesame oil in a large frying pan. Add the chopped carrots and garlic ( chopped or entire) Stir and then add agave or maple syrup. Let the carrots caramelize and then add the chopped seitan and ginger.
When they start to caramelize and brown add the soy sauce, mirin or ½ a
lemon.

In a different pan toast the sesam seeds. Add to the frying pan, sitir and add a pinch of sault.
Simmer for a few minutes.
Turn off the heat and add the soaked, rinsed and strained hijiki. Put heat back
on low and stir to combine. Cook for 10 minutes

Serve at room temperature
This can also stay in the refrigerator for a week if covered.







venerdì 22 maggio 2009

fiocchi di cocco


Questi biscotti sono perfetti per i vostri bimbi perchè super naturali, perfetti per chi è attento alle calorie perchè super light e fantstici nel caso arrivasse un ospite inatteso.
Ricetta
2 tazze (cup) scaglie di cocco naturali
1/2 tazza di zucchero (canna)
2 bianchi d'uovo
pizzico di sale
codette o gocce di cioccolato
Riscaldare il forno a 180°
In una ciotola unire tutti gli ingredienti, cocco, zucchero, sale e bianco d'uovo e mescolare.
Formare delle palline e metterle su una leccarda da forno. Usare carta da forno o foglio di silicone.
appiattire un pochino le palline e decorare.
Infornare x 10 minuti. Lsciar raffreddare e servire.
Enjoy it !
In English


Receipe

2 cups of shredded sweetened coconut
½ cup of sugar
2 egg whites
Pinch of salt
Chocolate chips


Preheat oven to 350°.
In a bowl mix together the coconut, egg whites, sugar and a pinch of salt.
Roll them into little balls and put them on a cookie sheet lined with parchment
paper or a Silpat.
Press them a little flat and decorate with chocolate chips.
Bake for 10 minutes or until golden.

Pane fatto in casa

Con grande entusiasmo ho iniziato un corso di cucina naturista , ho sempre amato cucinare e sperimentare nuovi prodotti, ma mai come ora ho capito l'importanza della qualità del cibo. Cibo sano per un corpo sano, grande verità!
Con grandi pregiudizi ho sempre pensato che la cucina naturale e quella vegetariana fossero"noiose" e monotone. Quanto mi sbagliavo, utilizzando prevalentemente le verdure e tanta fantasia si preparano piatti colorattisimi che appagano vista e gusto!

Intanto condivido con voi un esperienza unica: il PANE



Iniziamo subito con lo sfatare il mito che ci vuoglia un sacco di tempo per preparare il pane fatto in casa, leggete la ricetta e ve ne accorgerete!
Inoltre vi consiglio l'impasto del pane come cura allo stress....provare per credere....

Ricetta

3 tazze di farina bianca
1 tazza di farina di cereali
2 tazze di acqua di bottiglia tiepida
20gr. di lievito madre ( pasta madre)
10 gr. di sale



Se siete tanto fortunate da avere il mulino domestico, macinate i cereali freschi per ottenere la farina, il profumo che ne esce è inebriante per me. I cereali scelti possono essere i più svariati a seconda del gusto e del nutrimento. Possiamo usare il mais, la segale, il miglio, il riso ( attenzione rimane un poco colloso va lavorato più a lungo ma il risultato è super soffice) ecc....sbizzarritevi.Consiglio se è la prima volta che fate il pane sconsiglio di usare la farina di riso...fate pratica con tutte le altre per imparare la consistenza giusta, solo allora provate con il riso che a mio parere è più impegnativo nella lavorazione.


In una bacinella uniamo farina bianca, farina di cereali e lievito e piano piano aggiungiamo l'acqua impastando, (miraccomando usate l'acqua naturale di bottiglia, non vorrete di certo un pane al calcare..) fino a formare una palla omogenea. a questo punto con forza impastare la palla ripiegandola su se stessa per almeno 15 minuti ( circa 300 volte ripiegata su se stessa).
coprire con un canovaccio umido e lasciar lievitare per un ora.
Dopo un'ora aggiungiamo il sale. ( meglio se usiamo il sale grosso e lo rendiamo fine magari con l'utilizzo di un suribachi o un mortaio) Il sale viene aggiunto dopo un' ora e non subito per non fermare la lievitazione.
Impastare per 5 minuti e poi ricoprire nuovamente e lasciar lievitare dalle 3 alle 6 ore.
N.B. il meteo è molto importante e influisce sulla lievitazione. Ex. se piove ed è umido /freddo ci metterà tutte le 6 ore a livitare, se è caldo e secco 3/4 ore saranno sufficienti.
se vogliamo aggiungere, frutta secca, spezie , semi vari , olive, noci ecc...le aggiungiamo solo a fine lievitazione, impastando ancora per 10 minuti e poi infornare.
Una volta pronto, posso usare vari stampi x pane a cassetta o fare panini rotondi, stendere la pasta x foccaccia o pizza ecc..
Per i panini o pane in cassetta, infornare a 200° x 10 ' poi abbassare a 180 per altri 45'
se il forno è ventilato mettere una tazzina di acqua sulla base del forno.